Sei un Dentista?

Scopri come essere visibile su questa e su altre directory

Cerca il Dentista

Igiene orale ed apparecchio fisso

Igiene orale ed apparecchio fisso

Tutti sappiamo che una corretta e costante igiene orale è indispensabile per mantenere la bocca sana e per ridurre la proliferazione batterica.

Il nostro sorriso non deve essere considerato solo come un biglietto da visita, ma anche come l’indicatore del nostro stato di salute.

Non dimentichiamo che una bocca sana è fondamentale per:

  • garantire una corretta masticazione e quindi una sana digestione;
  • ridurre il rischio di malattie quali parodontite, diabete, ictus, ecc.

Igiene orale a 360 gradi

Esistono delle semplici regole di igiene orale, che sono valide per tutti i pazienti, dai più piccoli ai più anziani, come ad esempio:

  • Lavarsi i denti almeno mezz’ora dopo ogni pasto;
  • Utilizzare uno spazzolino dalle setole morbide;
  • Scegliere un dentifricio al fluoro che rinforzi lo smalto;
  • Usare un collutorio non aggressivo, ma disinfettante ed igienizzante;
  • Evitare bevande gassate o troppo zuccherate;
  • Scegliere alimenti capaci di supportare la salute di tutta la bocca.

In condizioni normali, queste poche regole sono sufficienti per garantire la salute della nostra bocca e del nostro sorriso.

Le 3 fasi del trattamento ortodontico

  1. Si inizia con la scelta di un adeguato espansore, che serve per creare il giusto spazio all’interno della bocca. Esistono in commercio diversi tipi di apparecchi ortodontici con tale finalità, come ad esempio gli espansori, che servono per aumentare la larghezza del palato oppure le barre linguali, che servono per allargare la mandibola inferiore.
  2. Si passa poi alla fase correttiva, che consiste nel riallineare correttamente i denti e nel raddrizzarli attraverso l’utilizzo di appositi apparecchi ortodontici. La durata di questa fase dipende molto dalla gravità delle situazioni e dall’irregolarità dei denti.
  3. Infine, si ha la fase di Mantenimento. L’apparecchio ortodontico viene rimosso definitivamente ed i denti vengono controllati tramite l’uso di apparecchi di contenzione (fissi o mobili). In questa fase è determinante sottoporsi a periodiche visite di controllo dallo specialista, almeno due volte l’anno.

Quali sono i casi “eccezionali”?

Logicamente, ci sono casi più complessi, che richiedono maggiore attenzione e trattamenti specifici.

Ad esempio, chi soffre di un’accentuata sensibilità dentinale o gengivale, il semplice passaggio dello spazzolino potrebbe provocare irritazione ed infiammazione, con conseguente dolore. In questi casi, è bene eseguire le manovre di igiene orale in modo delicato ma continuo.

L’igiene della bocca potrebbe essere messa in difficoltà anche in altre situazioni, ad esempio quando si indossa un apparecchio ortodontico fisso. Anche in questo caso, l’igiene orale non deve essere mai trascurata.

Come eseguire una corretta Igiene orale con l’apparecchio ortodontico

Esistono diversi tipi di apparecchi, la scelta dipende dall’obiettivo che si vuole raggiungere a fine trattamento e dalla condizione di salute orale del paziente.

In base al tipo di apparecchio utilizzato, variano anche le modalità di pulizia e l’impegno da dedicare alle manovre di igiene orale.

Se il paziente indossa un apparecchio mobile, basta rimuoverlo e lavare accuratamente i denti, rispettando le regole sopra citate. Per quanto riguarda l’apparecchio, è possibile pulirlo con lo spazzolino e sciacquarlo con dell’acqua tiepida. Per igienizzarlo, basta sciogliere delle apposite pasticche in acqua, che di solito è possibile comprare in farmacia.  

In caso di apparecchio ortodontico fisso, invece, l’igiene orale risulta essere “più scomoda”. Questo tipo di apparecchio prevede il fissaggio di placche su ciascun dente, legate tra loro da fili metallici.

Proprio come indica la stessa definizione, questo tipo di apparecchio non può essere tolto, se non a fine trattamento. È facile, dunque, che i residui di cibo rimangano “incastrati” tra gli attacchi, facilitando la formazione della carie.

È necessario spazzolare accuratamente il dispositivo per almeno 5 minuti, in modo da garantire una buona pulizia di tutta la bocca.

Come garantire l’igiene orale dell’apparecchio fisso?

  1. È preferibile pulire l’apparecchio fisso con uno spazzolino elettrico.
  2. È necessario spazzolare vicino alla gengiva, perché è proprio lì che si annida la placca.
  3. È bene effettuare movimenti circolari, in modo da raggiungere tutta la superficie visibile.
  4. È necessario supportare l’igiene orale con un buon filo interdentale, un idropulsore o forcella tendifilo.
  5. È bene non utilizzare un dentifricio con agenti sbiancanti, perché si rischia di trovare delle zone più scure, una volta rimosso definitivamente l’apparecchio.

La tua bocca è un bene prezioso, che va protetto con cura.
Non esitare a chiedere maggiori informazioni al tuo dentista di fiducia.

 

Valid XHTML 1.0 Transitional   CSS Valido!

Sei un Dentista? Per la tua pubblicità Clicca Qui

Questo sito fa uso di cookie. Per saperne di più leggi l'informativa

OK